Cos’è un ripetitore Wi-Fi e a cosa serve? Spiegazione, dettagli, informazioni utili

Abiti in un grande appartamento? La tua casa ha muri spessi? Potrebbe esserci il motivo per cui hai difficoltà a ottenere una buona connessione Wi-Fi. Amplificatore Wi-Fi, ripetitore Wi-Fi o CPL, goditi una connessione sicura e di qualità sul tuo computer o qualsiasi altro aspetto wireless, anche nelle aree scoperte della tua casa (o ufficio).

 

Collegamento e installazione di un ripetitore Wi-Fi

Facile e veloce da installare, l’amplificatore Wi-Fi mette fine ai tuoi problemi di connessione. Esistono diversi criteri di selezione in base alle tue esigenze e al tipo di alloggio. Hai bisogno di un ripetitore Wi-Fi per connetterti in remoto dal tuo router?

Ricorda di posizionarlo correttamente nell’area di copertura per ottenere un throughput di qualità. Collegato a una delle tue prese a muro, un adattatore Powerline è la soluzione per perfezionare una rete Wi-Fi debole e goderti così Internet in tutta la casa!

Indipendentemente dal tuo operatore telefonico, potresti occasionalmente incontrare difficoltà di rete. Un amplificatore Wi-Fi può essere la soluzione del tuo problema.

Esistono diversi tipi di amplificatore, tutti in grado di potenziare il segnale Wi-Fi e quindi le connessioni Internet. Un amplificatore Wi-Fi raccoglie il segnale originale per amplificarlo, vale a dire per aumentare la sua potenza e ritrasmetterlo.

Questa soluzione è una delle più facili e veloci da installare. Un amplificatore Wi-Fi ti impedisce quindi di tirare un cavo tra la scatola e l’apparecchiatura. Qualunque amplificatore Wi-Fi non funzionerà correttamente se l’ambiente è disturbato (pareti troppo spesse, microonde, specchi, ecc.).

La rete creata dell’amplificatore Wi-Fi ha un nome leggermente diverso dalla rete corrente: alla fine aggiunge il suffisso _EXT.

Dove è meglio metterlo

Il funzionamento di un amplificatore è semplice e identico a seconda della marca o del prezzo. Bisogna intanto posizionare l’amplificatore a una distanza uguale tra la scatola e l’apparecchiatura non in rete (ad esempio il computer in un ufficio un po’ distante).

Nel caso di un router compatibile con WPS, devi solo premere il pulsante WPS sul tuo router Wi-Fi e 1 o 2 minuti dopo su quello dell’amplificatore Wi-Fi per configurarli insieme. Nel caso di un router non compatibile con WPS l’amplificatore deve essere configurato online o tramite un’applicazione mobile.

Per una migliore velocità del Wi-Fi, metti la tua scatola in un luogo aperto e nel mezzo della tua casa. È preferibile che la scatola non sia posizionata a terra.

Posizionare una scatola in verticale consente anche una migliore propagazione delle onde. Prima di scegliere il tuo amplificatore Wi-Fi, è essenziale definire le tue esigenze.

Lo scopo dell’amplificatore è quello di estendere la portata del segnale Wi-Fi, è necessario scegliere un dispositivo in grado di diffondere il segnale su diversi metri o addirittura di raddoppiarne la portata, fallendo la quale sarà inutile.

Una rete amplificata di scarsa qualità è inutile come una rete inesistente. Questo è il motivo per cui dovresti scegliere un dispositivo che offra almeno 6 o 8 dBi (decibel isotropic).

Cos’è un ripetitore Wi-Fi

Mentre alcuni dispositivi consentono una propagazione omogenea in qualsiasi direzione (molto utile nel caso di una grande casa e una grande famiglia o nel caso di un appartamento condiviso), altri consentono una propagazione più mirata.

Quando vuoi raggiungere solo una stanza della tua casa, gli amplificatori con raggio verticale di 90° o raggio orizzontale di 80° sono molto efficaci.

Un ripetitore Wi-Fi è un dispositivo sotto forma di una piccola scatola che, posizionata nell’area di copertura Wi-Fi del router, a sua volta trasmetterà il Wi-Fi a un’area scoperta della tua casa.

In questo modo, sarai in grado di ricevere Wi-Fi da uno spazio più ampio. Un ripetitore Wi-Fi fa parte della categoria di “amplificatori” ma non può davvero amplificare il Wi-Fi della tua scatola. Tuttavia, come suggerisce il nome, può ripetere il segnale emesso.

Il ripetitore funziona come una seconda casella e riproduce in modo identico il segnale Wi-Fi. Un ripetitore Wi-Fi ti consente di mantenere lo stesso nome di rete Wi-Fi di quello del router. Ricorda di posizionare il ripetitore Wi-Fi in un’area ben coperta dal router.

In effetti, se il router stesso si trova troppo lontano, in un luogo poco coperto, il segnale che trasmette potrebbe non essere di qualità. Inoltre, non deve essere messo troppo vicino al router dove non sarà utile.

Alcuni ripetitori più costosi hanno una funzione specifica che ti consente di sapere se il tuo ripetitore Wi-Fi è ben posizionato.

Differenze tra amplificatore e ripetitore Wi-Fi

Un ripetitore Wi-Fi è installato esattamente come un amplificatore. Per configurarlo, premere il pulsante WPS sul router quindi sul ripetitore Wi-Fi. Allo stesso modo, se la tua scatola non è compatibile con WPS, fallo on-line o usa un’applicazione mobile.

Vuoi connetterti dalla tua terrazza o dal tuo giardino? Opta per un ripetitore Wi-Fi impermeabile che non abbia paura della pioggia o degli schizzi dalla piscina, ad esempio.

Esistono diversi standard e diverse frequenze disponibili a seconda del ripetitore. Lo standard più utilizzato oggi è 802.11 n (velocità teorica di 450 Mbit / s).

La maggior parte dei ripetitori supporta almeno questo standard. Altri supportano anche lo standard più recente, 802.11 ac (throughput teorico di 1300 Mbps).

Un ripetitore che supporta lo standard AC supporta automaticamente gli standard inferiori (n, b, g). Per quanto riguarda le frequenze, possono essere 2,4 GHz o 5 GHz. Quest’ultima frequenza consente la massima produttività ma è anche la frequenza più sensibile alla distanza.

In effetti, il ripetitore non deve essere troppo lontano dalla scatola per funzionare correttamente. I ripetitori più economici supportano solo la prima frequenza a 2,4 GHz, ma ci sono range più alti, i cosiddetti ripetitori a doppia banda che possono supportare entrambi.

Infine, ci sono alcune altre opzioni da considerare quando si sceglie un ripetitore.

La presenza o meno di un cavo Ethernet, la funzione WPS, la presenza di una cosiddetta presa estraibile. La possibilità di collegare una presa al suo ripetitore in modo da non bloccare la presa a cui è collegato il dispositivo.

Più opzioni ha il tuo ripetitore, meglio è per te. CPL significa che una comunicazione viene effettuata da Power Line Carriers. Vale a dire, le scatole Powerline usano la corrente elettrica di una casa in modo che ogni stanza sia accessibile tramite Wi-Fi.

Un adattatore Wi-Fi Powerline consente quindi di connettersi a un’intera casa, quando la rete Wi-Fi non è abbastanza potente per raggiungere tutte le stanze.


Ex tecnico hardware e software con studi di ingegneria informatica alle spalle, mi dedico da tempo alla scrittura on-line e sono in procinto di iscrivermi all’Ordine dei Giornalisti. Ho qualche anno di esperienza in diversi settori, ma l’informatica è quello che preferisco perché lo conosco sin dalla nascita dei PC negli anni ’80. Mi piace seguire l’evolversi di invenzioni e nuove tecnologie e tenermi aggiornato sull’uscita di nuovi prodotti sul mercato.

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Amplificatori di Segnale