Amplificatori di segnali: istruzioni per l’uso, caratteristiche, dettagli

Come scegliere il tuo amplificatore di segnale? Ecco tutti gli elementi da prendere in considerazione per trovare quello giusto.

 

Amplificatore di segnale e bande supportate

Quando desideri acquistare un amplificatore di segnale per migliorare la copertura del router, è innanzitutto necessario verificare con precisione con quale standard Wi-Fi il router funziona.

Ciò è particolarmente importante perché, se lo standard del router non è supportato dal ripetitore di tua scelta, i due apparecchi non possono comunicare tra loro. Fortunatamente la maggior parte degli ultimi modelli di amplificatori di segnale supporta una vasta gamma di standard Wi-Fi.

Sono apparecchi che possono essere definiti universali, ovvero compatibili con qualsiasi router.

Nota, tuttavia, che i ripetitori Wi-Fi aggiornati agli standard 802.11a / b / g / n non comunicano, ad esempio, con un router ac di ultima generazione che non supporta gli standard precedenti. Se stai cercando un ripetitore veramente universale, pronto a comunicare con qualsiasi router che hai a casa, assicurati che la gamma di standard sia completa, quindi 802.11a / b / g / n / ac.

Allo stesso modo, è importante acquistare un amplificatore di segnale che riceva e trasmetta i dati sulle stesse frequenze del router. Le frequenze usate dipendono sempre dagli standard Wi-Fi supportati, quindi anche in questo caso un ripetitore universale sarà sicuramente compatibile.

Nota se il router è Dual Band e quindi utilizza entrambe le bande 2,4 e 5 GHz.

Controlla che anche l’amplificatore di segnale sia Dual Band, altrimenti perderai una delle due frequenze (di solito la più veloce, 5 GHz). Allo stesso modo, se disponi di un router a banda singola, che trasmette solo a 2,4 GHz, non è necessario un ripetitore a doppia banda.

Velocità di trasferimento dati dell’amplificatore di segnale

Dovresti tenere conto della velocità complessiva di trasferimento dei dati di un amplificatore di segnale. Innanzitutto, che si applichi ai router Wi-Fi e ai modem router, la velocità complessiva che troverai indicata nelle specifiche tecniche di un amplificatore di segnale non corrisponde alla velocità massima di trasferimento dati che può raggiungere.

In effetti, la velocità indicata dai produttori indica piuttosto il volume totale di dati che un ripetitore può gestire simultaneamente.

Tieni conto delle frequenze e degli standard Wi-Fi che supporta. Per questo motivo, ad esempio, su un ripetitore a doppia banda, troverai indicato il volume del traffico per ciascuna frequenza che, sommati, forniranno la velocità complessiva.

In secondo luogo, va ricordato che un amplificatore di segnale utilizza circa metà della larghezza di banda che deve ricevere il segnale Wi-Fi e l’altra metà per ritrasmetterlo. Per questo motivo, la velocità reale è sempre inferiore a quella dichiarata e sempre inferiore a quella raggiunta quando è coperto dal segnale originale del router.

Questo dettaglio dovrebbe essere preso in considerazione se, ad esempio, il tuo amplificatore di segnale ti dovesse consentire di giocare online o guardare film in streaming. In questo caso, dovresti optare per un modello di fascia alta, ad alta velocità e Dual Band.

Non dobbiamo dimenticare che il punto di installazione dell’amplificatore è fondamentale per un’estensione corretta e soddisfacente del segnale.

Va tenuto presente che il ripetitore raccoglie e ritrasmette il segnale quando lo riceve. Se lo posizioni in un’area della casa in cui il segnale del router è già molto debole, ciò che l’amplificatore di segnale trasmetterà a sua volta sarà un segnale debole.

Per questo motivo, è ideale installare amplificatori di segnale in un’area in cui il segnale del router è almeno di media potenza.

Funzionalità degli amplificatori di segnale

Bisogna tenere conto delle funzioni di un amplificatore di segnale, in quanto possono essere più o meno utili a seconda del tipo di traffico dati che generi e delle caratteristiche della tua rete domestica.

Gli amplificatori di segnale possono funzionare in tre diverse modalità, a seconda del tipo e del prezzo. I modelli di amplificatori di segnale più semplici sono progettati per raccogliere il segnale radio dal router Wi-Fi e ritrasmetterlo, al fine di estenderne la portata.

Questo tipo di amplificatore di segnale Wi-Fi è di solito molto piccolo ed economico e può essere installato collegandolo direttamente a una presa di corrente.

Questo tipo di dispositivo è la scelta giusta se ti serve solo un’estensione della copertura Wi-Fi nella tua casa. Molti modelli di amplificatori di segnale, anche tra quelli di livello base, sono dotati di una seconda modalità operativa denominata Access Point.

Utilizzato in questa modalità, l’amplificatore di segnale non raccoglie o trasmette il segnale dal router, ma crea l’accesso Wi-Fi alla rete domestica dove manca. Ad esempio, è possibile collegare un punto di accesso Wi-Fi a un router per trasformarlo in un router Wi-Fi.

È possibile anche collegare il punto di accesso a una Smart TV e dotarlo di un trasmettitore Wi-Fi per metterlo in comunicazione in modalità wireless al modem / router di casa.

Amplificatori di segnale Bridge

Una terza modalità di utilizzo appartenente ai modelli di fascia alta, è chiamata Bridge. In questo caso è possibile collegare diversi ripetitori cablati, come Smart TV o stampanti, all’amplificatore di segnale, grazie alla presenza sul dispositivo di un buon numero di porte di rete.

I dispositivi così collegati vengono quindi connessi alla rete domestica tramite la connessione Wi-Fi dell’extender.

In questo modo diventano accessibili a tutti i dispositivi della rete. Va inoltre detto che un amplificatore di segnale è dotato di un pannello di controllo remoto, molto simile a quello di un modem / router Wi-Fi.

Tramite il pannello di controllo, si possono settare numerose funzioni, in particolare per quanto riguarda la gestione dell’accesso alla rete domestica. Quasi sempre, questo tipo di ripetitore consente di visualizzare i dispositivi collegati alla rete.

Le possibilità offerte normalmente includono il divieto di accesso ai dispositivi selezionati e, spesso, la programmazione di un tempo di funzionamento per l’amplificatore di segnale. In alcuni casi, quando si tratta di modelli di fascia alta, esistono anche funzioni QoS (Quality of Service).

Consentono di stabilire, con un livello di dettaglio più o meno preciso, quale tipo di traffico dovrebbe ricevere priorità della larghezza di banda rispetto ad altri.

Connessione WPS e antenne

Tutti gli amplificatori di segnale sono sempre dotati di WPS (Wi-Fi Protected Setup), una procedura di connessione semplificata con il router di casa e i dispositivi wireless. Sebbene questa funzione faciliti notevolmente l’installazione di un amplificatore di segnale, la sicurezza non è la migliore.

Per questo motivo ti consigliamo di connettere sempre il dispositivo manualmente al router, utilizzando il pannello di controllo. Un altro dettaglio da tenere in considerazione quando si acquista un amplificatore di segnale sono le antenne di cui è dotato.

Si consiglia di prestare attenzione alla posizione delle antenne, sia all’esterno dell’amplificatore che all’interno.

Preferisci sempre i ripetitori con antenne esterne. Possono essere orientate e inclinate in diverse direzioni, una caratteristica importante che ti consente di sperimentare il loro posizionamento fino a trovare la copertura ideale.

Questa possibilità è chiaramente carente per i dispositivi dotati di antenne integrate, che spesso si dimostrano meno potenti delle antenne esterne. Per quanto riguarda il numero di antenne, troverai sempre ripetitori con almeno due o al massimo quattro antenne.

Il numero di antenne è importante perché la loro funzione è quella di un ricetrasmettitore. Più antenne ci sono, maggiore è il volume di dati che un amplificatore di segnale può elaborare contemporaneamente.

Se consideri quanto detto prima sulla velocità di trasferimento e l’uso della larghezza di banda per la ricezione e la ripetizione del segnale, l’importanza di avere un buon numero di antenne diventa evidente.


Ex tecnico hardware e software con studi di ingegneria informatica alle spalle, mi dedico da tempo alla scrittura on-line e sono in procinto di iscrivermi all’Ordine dei Giornalisti. Ho qualche anno di esperienza in diversi settori, ma l’informatica è quello che preferisco perché lo conosco sin dalla nascita dei PC negli anni ’80. Mi piace seguire l’evolversi di invenzioni e nuove tecnologie e tenermi aggiornato sull’uscita di nuovi prodotti sul mercato.

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Amplificatori di Segnale