Amplificatori di segnali per potenziare rete di cellulari e smartphone

Amplificatori wi-fi

Molto utili in aree dove arriva male il segnale del telefono cellulare, gli amplificatori di segnale sono comunque sconosciuti al grande pubblico sebbene siano comodi e relativamente economici. Se sei un libero professionista o lavori nel campo digitale ma non hai una buona ricezione in ufficio o a casa, ecco che un amplificatore di segnale ti può fare comodo.

Cosa sono gli amplificatori di segnale

Un amplificatore di segnale mobile può essere molto utile quando lavori da casa come libero professionista o, ad esempio, quando lavori in telelavoro e la tua rete mobile 3G / 4G è limitata. Non tutti hanno la fortuna di essere ben coperti dalle reti mobili 3G o 4G.

Se molti operatori dichiarano di coprire buona parte del territorio, non è raro non avere segnale quando si viaggia in treno o quando si vive in campagna a poche decine di chilometri da una città. Un amplificatore GSM è chiamato anche ripetitore di segnale mobile.

Per semplificare, l’amplificatore riceverà il segnale mobile grazie alla sua antenna installata all’esterno dell’edificio.

Quindi amplificherà la portata delle onde elettromagnetiche prima di diffondere il segnale migliorato grazie alle antenne installate all’interno della struttura. Anche se vivi in un seminterrato, un amplificatore GSM può portarti la rete mobile dove di solito non arriva.

Come determinare la potenza del segnale su smartphone e iPhone

Per determinare se è utile un ripetitore di segnale, è necessario innanzitutto verificare la potenza effettiva del segnale del cellulare. Questa è misurata in decibel (dB). Osservare il numero di tacche nella parte superiore dello schermo dello smartphone non è sufficiente.

Ecco la procedura dettagliata per ottenere la potenza reale del segnale mobile in decibel a seconda del sistema operativo.

Vai fuori da casa o dall’ufficio, quindi seleziona Stato o Rete dalle impostazioni del telefono. Quindi scegli Altre opzioni, Informazioni sul telefono, Reti mobili. Se hai un iPhone seleziona Impostazioni, Informazioni sul telefono, Stato o rete e digita: * 3001 # 12345 # *.

Clicca su Chiama e premi il pulsante di accensione per circa 7 secondi fino a quando non viene visualizzata la schermata Scorri per spegnere. Non spegnere lo smartphone in questa fase, schiaccia il tasto Home per circa 7 secondi e vai alla schermata principale: i decibel possono essere letti nella parte superiore dello schermo.

Frequenze ammesse e leggi

L’amplificatore mobile deve funzionare alla stessa frequenza dell’operatore mobile. Ad esempio, in Italia TIM ha ricevuto l’assegnazione delle bande da 800 MHz, da 1800 MHz e da 2600 MHz. Pertanto, se hai un piano TIM, il tuo amplificatore di segnale dovrà operare sulle frequenze di 800, 1800 o 2600 MHz.

La portata dell’amplificatore deve corrispondere alla frequenza del tuo operatore di telefonia mobile per poter migliorare il segnale.

Secondo le città, i villaggi e secondo gli operatori, si possono usare diverse frequenze e l’amplificatore di segnale deve essere conforme alle direttive ROHS, CE e RED 2014 / 53 / EU. L’uso di amplificatori / ripetitori per telefoni cellulari può avvenire solo previo consenso esplicito degli operatori di telefonia mobile.

L’uso improprio dei ripetitori è all’origine di numerose interferenze trattate dall’Agenzia nazionale delle frequenze radio e soggette a sanzioni penali.

Dove metterlo

La scelta della sistemazione degli amplificatori di segnale dipende da molti criteri: dimensioni, numero di stanze, condizioni generali, ambiente. Ma, a meno che tu non sia dipendente dal tuo smartphone, è possibile che non pensi di controllare la qualità della rete mobile quando visiti una casa o un appartamento.

Eppure questo punto è essenziale perché cosa potrebbe esserci di più frustrante di non poter utilizzare il tuo piano mobile a casa o in ufficio?

Molte persone dimenticano di controllare la copertura di rete del proprio operatore di telefonia mobile nella loro futura casa prima di acquistarla o affittarla. Molto spesso, è solo dopo essersi trasferiti che scoprono di avere problemi di rete che impediscono loro di sfruttare appieno il loro piano mobile.

Questo è ancora più grave in caso di ambienti lavorativi. Se hai la sfortuna di trovarti in una zona con scarso segnale non devi uscire per strada per effettuare chiamate o cambiare operatore, puoi sempre dotarti di un amplificatore di segnale della rete GSM.

Come funzionano gli amplificatori di segnale

Un ripetitore GSM è un’apparecchiatura che amplifica il segnale dalla rete mobile al fine di compensare la mancanza di copertura della stessa in ambienti chiusi. È costituito da un’antenna esterna, un amplificatore cellulare e un’antenna interna.

Il funzionamento è semplice: il segnale di rete, emesso dall’antenna a relè dell’operatore mobile, viene raccolto dall’antenna esterna, passa attraverso il ripetitore che lo amplifica e poi arriva all’antenna interna che lo trasmette sul tuo cellulare. Poiché l’amplificatore cellulare ha rafforzato il segnale di rete, non dovresti più riscontrare problemi di ricezione.

Esistono molti modelli di ripetitori GSM (per abitazioni, edifici, auto, eccetera).

Per scegliere correttamente l’amplificatore di segnale, è necessario prendere in considerazione diversi aspetti, tra cui le bande di frequenza utilizzate dal ripetitore GSM, in modo che sia compatibile con la rete del proprio operatore di telefonia mobile.

Bisogna considerare l’uso che si desidera fare di esso per migliorare il segnale delle chiamate, di Internet o di entrambi e le dimensioni dell’edificio. Inoltre ricordati che l’uso di un ripetitore GSM che amplifica il segnale di rete è soggetto all’ottenimento di un’autorizzazione amministrativa.

Qualità del telefono e ricezione

Il telefono cellulare può anche influire sulla qualità della ricezione mobile a casa. Infatti, con un telefono cellulare che è troppo vecchio o anche se si dispone di un modello di smartphone entry-level, il segnale di rete può essere ostacolato e talvolta bloccato in caso di un guasto hardware oppure per l’usura dei componenti.

Ricorda che a seconda delle marche e dei modelli di smartphone, le antenne integrate e i modem interni non sono tutti uguali.

Inoltre, alcuni modelli di smartphone non supportano tutte le bande di frequenza utilizzate in Italia dagli operatori di telefonia mobile. La tua ricezione mobile è quindi fortemente influenzata sia qui che, a maggior ragione, se vai all’estero.

Per amplificare la ricezione mobile a casa o in ufficio, talvolta l’acquisto di un nuovo smartphone può essere la soluzione. Quando scegli il tuo nuovo telefono cellulare, ricordati di controllare la potenza e le bande di frequenza supportate da esso.

Posizionare correttamente l’antenna dell’amplificatore di segnale

Abbiamo detto che gli amplificatori di segnale sono chiamati amplificatori GSM o amplificatori di segnale mobile. Detto anche ripetitore GSM, questo amplificatore può aumentare le onde radio provenienti verso gli smartphone e quindi consentire una migliore ricezione nell’area coperta dal sistema. Come un megafono, questo amplificatore 4G prende ciò che viene emesso e lo moltiplica.

Perché un’antenna GSM funzioni, deve essere in grado di amplificare un segnale già esistente. Se non c’è copertura di rete, il ripetitore non può creare un segnale da solo.

L’amplificatore di segnale è un dispositivo costituito da diversi componenti con un’antenna ricevente, un amplificatore e un’antenna interna. L’antenna ricevente deve essere posizionata all’interno o all’esterno a seconda del modello e preferibilmente in altezza.

Dovrebbe anche essere messa dove il segnale mobile è più forte e idealmente, se è un’antenna direzionale, orientata verso l’antenna cellulare più vicina. L’amplificatore del segnale è il componente dell’apparecchiatura che amplifica il segnale e la sua potenza viene misurata in decibel (dB).

Frequenze delle compagnie telefoniche

Per scegliere l’amplificatore di rete giusto, ci sono molti parametri da tenere in considerazione. È innanzitutto importante sapere le frequenze utilizzate dall’operatore che sono anche variabili a seconda della connessione del dispositivo alla rete 2G, 3G o 4G. Oggi si parla anche di 5G, al momento solo in via sperimentale, ma che sarà il prossimo futuro.

In Italia le frequenze TIM le abbiamo già dette in un altro paragrafo. L’operatore Wind ha ricevuto l’assegnazione delle seguenti bande: 20 da 800 MHz e 7 da 2600 MHz. In base agli slot assegnati, TRE Italia può raggiungere 75 Mbit/s sulla banda 20 e 150 Mbit/s sulla banda 7.

Gli operatori possono anche usare più frequenze per la stessa rete mobile. In Italia, ad esempio, gli operatori che usano il 4G sono.

  • 800 MHz (Banda 20) (TIM, W/3, Vodafone)
  • 1800 MHz (Banda 3) (Tutti gli operatori telefonici)
  • 2600 MHz (Banda 7) (Tutti gli operatori) nei grandi centri urbani, centri commerciali e aeroporti
  • 2100 MHz (Banda 1) (Vodafone)

L’asta per l’assegnazione delle bande 5G si è conclusa a ottobre 2018 con le seguenti assegnazioni:

BandaFastwebIliadTIMVodafoneWind Tre
700 MHz2x10 MHz2x10 MHz2x10 MHz
3700 MHz20 MHz80 MHz80 MHz20 MHz
26 GHz200 MHz200 MHz200 MHz200 MHz200 MHz
Diverse frequenze vengono utilizzate per 3G o 4G perché le basse frequenze hanno un raggio più ampio e attraversano ostacoli fisici come pareti e edifici. Le alte frequenze consentono di assorbire più traffico e troviamo più frequenze basse nelle aree rurali e più frequenze alte nelle aree ad alta densità di popolazione.

Gli operatori utilizzano quindi più frequenze contemporaneamente (aggregazione di frequenza) per una migliore qualità del servizio a seconda dell’area.

Mappa delle frequenze online e antenna

GSM è l’abbreviazione di inglese per Global System for Mobile Communication o sistema globale per le comunicazioni mobili in italiano. Per conoscere la frequenza di rete utilizzata dal tuo operatore e selezionare l’amplificatore di segnale appropriato, è necessario conoscere il suo indirizzo su una delle tante mappe on-line come l’ANFR in Francia (National Frequency Agency).

Questa mappa indica le frequenze di tutti gli operatori di telefonia trasmesse dalle antenne. Alcuni ripetitori GSM ricevono una singola banda di frequenza, altri due o più.

È quindi essenziale conoscere queste bande di frequenza prima di scegliere l’amplificatore 4G. Anche la scelta dell’antenna ricevente fornita con l’amplificatore GSM è importante. Si consiglia un’antenna omnidirezionale nelle aree urbane, dove il segnale globale è forte e proviene da più direzioni, le aree più densamente popolate hanno più antenne.

Nelle aree rurali, un’antenna direzionale può essere più efficace, perché sarà in grado di captare un segnale debole anche da una lunga distanza purché sia orientata nella giusta direzione.

Dove e come installare gli amplificatori di segnale

Affinché l’amplificatore di rete funzioni nel modo più efficiente, è importante utilizzare un cavo più corto possibile tra l’antenna esterna e l’amplificatore, in modo che la potenza del segnale sia disturbata meno. È inoltre essenziale controllare l’area coperta dal ripetitore GSM, poiché le differenze possono variare a seconda dei modelli, e vanno da 10 a 300 m².

Nel caso di un’antenna esterna, è necessario assicurarsi che sia resistente alle intemperie. Per questo, deve essere fatta di materiali che mescolano alluminio e acciaio e non di plastica. Una volta che il modello è stato scelto e ricevuto, è il momento di passare all’installazione.

Per iniziare, è necessario mettere l’antenna ricevente in alto e assicurarsi che sia orientata verso la torre cellulare più vicina per beneficiare del miglior segnale possibile, specialmente nel caso di un’antenna direzionale nelle aree rurali. Esistono antenne esterne di tipo direzionale o antenne a pannello progettate per l’esterno che devono essere posizionate in alto.

Se si dispone di un’antenna TV o di una parabola satellitare, questo sarà ad esempio un buon posto per installare gli amplificatori di segnale.

Per un migliore funzionamento si consiglia di mettere l’antenna nel luogo in cui il segnale è il più forte e questo si vede con il cellulare, mediante i sistemi indicati nei precedenti paragrafi. Il cavo proveniente dall’antenna esterna deve quindi essere collegato all’amplificatore e anche il cavo di alimentazione deve essere collegato ad esso.

Evitare di attorcigliare o avvolgere il cavo, in modo da creare meno disturbi al passaggio del segnale e avere una migliore ricezione. Infine, l’amplificatore è collegato all’antenna interna tramite un cavo coassiale o direttamente sull’amplificatore, a seconda del modello. È questa antenna interna che diffonde il segnale moltiplicato attraverso l’amplificatore.

Installazione efficace e verifica del segnale

Affinché l’installazione funzioni, è necessario evitare di posizionare le due antenne troppo vicine tra loro e metterle ad almeno 5 metri di distanza. Ripetiamo che per conoscere con precisione l’intensità del segnale mobile le barre di rete non sono sufficienti.

Per avere un dato più preciso con Android, vai alle impostazioni del tuo smartphone, nella sezione Informazioni sul telefono, quindi nella categoria Stato e avrai la potenza del segnale indicato misurato in decibel come rapporto di potenza tra quella misurata e un milliwatt.

Per conoscere la potenza del tuo segnale mobile su iOS, il processo è diverso e lo abbiamo già descritto, ma se non dovesse funzionare prova come segue.

Componi * 3001 # 12345 # per accedere alla modalità test sul campo. Una volta in questa modalità, basta premere dove le barre di rete appaiono normalmente e saranno sostituite dal loro valore numerico. Questo segnale è indicato in negativo: più basso è il segnale, migliore è la connessione. Per darti un’idea, un segnale intorno a -30 dBm è eccellente mentre un segnale vicino a -110 dBm è pessimo.

Riduzione delle onde elettromagnetiche

Un amplificatore GSM, come abbiamo visto, può essere una soluzione per tutti coloro che si trovano in un’area in cui la copertura della rete è troppo bassa. Oltre a potenziare il segnale mobile, un ripetitore consente di ridurre le onde del tuo smartphone, la cui emissione è generalmente di 250 mWatt. In confronto, la potenza del segnale emesso da un amplificatore di rete è di circa 10 mWatt al massimo.

La vicinanza del ripetitore GSM allo smartphone consente di utilizzare molta meno energia per la connessione, soprattutto rispetto a un’antenna a relè situata a diversi chilometri di distanza. Per quanto riguarda gli svantaggi, un ripetitore richiede alcuni lavori di ricerca di informazioni per scoprire quale funzionerà con le frequenze utilizzate dal tuo operatore.

L’installazione può anche essere impegnativa a seconda dei locali.

Quando acquisti un amplificatore di rete, si consiglia di verificare se il prodotto è conforme alla direttiva RED 2014 / 53 / UE, che offre numerose garanzie in merito alla conformità delle apparecchiature e alla protezione della salute in linea con le norme europee. Un acquisto da un produttore europeo ti consentirà anche di poter usare il servizio clienti per beneficiare dell’assistenza, se necessario.

Vantaggi degli amplificatori di segnale

L’installazione degli amplificatori di segnale è utile per ottenere comunicazioni di qualità in ambienti chiusi. A seconda della posizione precisa, è possibile offrire dati impeccabili di telefonia mobile e accesso a Internet. È certamente una questione di comfort, ma è importante soprattutto in ambito professionale.

Due principali tipi di apparecchiature fanno parte di un normale sistema di amplificazione del segnale GSM: l’unità ripetitore stessa e diverse antenne. Una antenna esterna per il collegamento con il relè ad hoc e una o più interne per la copertura dei locali. In mezzo c’è il ripetitore di segnale elettronico, ovvero l’amplificatore di segnale.

La sua missione è molto semplice: riceve un segnale di qualità accettabile dal relè grazie all’antenna esterna ben posizionata.

Questo segnale viene ricalibrato e trasmesso al telefono dell’utente tramite le varie antenne interne. Le antenne hanno un raggio d’azione molto limitato e quindi emettono pochissime onde elettromagnetiche, consentendo a telefoni diversi di ricevere un segnale perfetto e senza troppo inquinamento.

La potenza di trasmissione inferiore prolunga notevolmente la durata della batteria del telefono durante la comunicazione. La diminuzione di potenza porta a una riduzione molto forte degli effetti dannosi delle onde elettromagnetiche sul corpo umano.

Come sono fatti gli amplificatori di segnale

Gli amplificatori di segnale sono formati da una semplice scatola fissata al muro e alimentata da un piccolo trasformatore. Il prodotto consuma solo poche decine di watt, molto meno di un laptop, e all’interno c’è una protezione dell’alimentazione contro i fulmini.

Un terminale di uscita coassiale consente il collegamento del cavo dell’antenna fissato a livello del tetto.

Ciascuna delle antenne interne è collegata a una presa dello stesso tipo. Alcune luci LED indicano che tutto funzioni correttamente. Di solito ci sono kit contenenti il set pronto per l’installazione con i suoi accessori in dotazione, inclusi dieci metri di cavo per l’antenna.

Migliori amplificatori di segnale

Amplificatori wi-fi

Al Rey

Ex tecnico hardware e software con studi di ingegneria informatica alle spalle, mi dedico da tempo alla scrittura on-line e sono in procinto di iscrivermi all’Ordine dei Giornalisti. Ho qualche anno di esperienza in diversi settori, ma l’informatica è quello che preferisco perché lo conosco sin dalla nascita dei PC negli anni ’80. Mi piace seguire l’evolversi di invenzioni e nuove tecnologie e tenermi aggiornato sull’uscita di nuovi prodotti sul mercato.

Back to top
Amplificatori di Segnale