Come installare un ripetitore Wi-Fi? Guida passo per passo, spiegazione, info

Installare un ripetitore Wi-Fi diventa necessario quando il segnale della rete internet non è sufficiente. Vediamo passo passo come fare questa semplice operazione in diversi modi possibili, a seconda del tipo di apparecchio usato.

 

Quando è necessario installare un ripetitore Wi-Fi?

Purtroppo a volte capita che trasferendosi in una nuova abitazione si scopra che il collegamento Internet non offre un’adeguata copertura in tutta la casa. Oggi come oggi gli apparecchi connessi alla rete Web sono tanti, non solo computer ma anche Smart TV, smartphone, tablet e altro.

Inizialmente si potrebbe pensare che la sostituzione del router o della compagnia che offre la rete sia la soluzione migliore, ma non sempre è così. Pensando di installare un ripetitore Wi-Fi si taglia la testa al toro e si risolve il problema qualsiasi compagnia offra Internet e qualsiasi router sia installato.

Ovviamente il ripetitore Wi-Fi deve essere in un certo modo e posizionato correttamente.

Oltre ad essere acquistato e collegato, deve essere anche configurato ed è proprio ciò che vedremo nei prossimi paragrafi. Innanzitutto è bene avere qualche nozione di base per capire come funzionano i ripetitori Wi-Fi.

Si tratta di apparecchi senza fili che si alimentano tramite la corrente elettrica e si possono agganciare alla rete Wi-Fi generata dal router amplificandone la portata. La rete creata è un accrescimento di quella già esistente e va a raggiungere zone che la prima non era in grado di coprire.

Dove installare il ripetitore Wi-Fi

I ripetitori Wi-Fi hanno delle antenne interne o esterne, tramite le quali ritrasmettono il segnale tra il router e i dispositivi connessi. Dal punto di vista tecnico il ripetitore è gestito dal router come tutti gli altri apparecchi, pertanto ha un indirizzo IP.

Il tipo di connessione è a cascata, proprio come se si dovessero collegare due router alla stessa linea ADSL. Ogni ripetitore Wi-Fi ha caratteristiche differenti. In gergo vengono chiamati spesso extender, hanno un raggio d’azione più o meno ampio e supportano una o due bande.

In questo secondo caso si chiamano Dual Band e riescono a gestire sia la banda a 2,4 gigahertz che quella a 5 gigahertz.

Questi apparecchi possono avere diversi tipi di connessioni, USB, audio, Ethernet e altro. La velocità offerta dai ripetitori Wi-Fi dipende dalla qualità, ma anche da dove sono posizionati.

Ovviamente più sono vicini al router più il segnale generato sarà potente, ma bisogna tenere in considerazione anche gli ostacoli e le interferenze. Se il ripetitore Wi-Fi è collegato dove c’è già un segnale abbastanza forte, la velocità di navigazione raggiunta sarà buona, contrariamente ad una zona dove il segnale è debole.

Già di per sé un segnale replicato ha una certa perdita, quindi, seppur aumenti la portata, potrebbe diminuire la velocità. Installare un ripetitore Wi-Fi vicino al router è una cosa buona, tuttavia sarebbe meglio optare per una posizione più strategica e verificare l’intensità del segnale.

In linea di principio la soluzione ideale è mettere il ripetitore dove il segnale Wi-Fi del router inizia a diminuire, in questo modo la copertura di rete viene ampliata dove prima era debole.

Configurazione automatica e a mano

Una volta trovata la zona migliore dove installare il ripetitore Wi-Fi, è il momento di configurarlo. Lo schema di base per collegare un ripetitore è in linea teorica molto semplice e va bene per tutti i dispositivi.

Gli apparecchi in commercio sono veramente tanti, comunque i passi da compiere sono più o meno gli stessi.

Tanto per cominciare bisogna trovare il luogo ideale dove mettere il ripetitore e inserire la presa di corrente. Una volta che questo si è avviato si possono fare due cose. La prima è la più semplice ed è basata sull’uso del pulsante WPS (Wi-Fi Protected Setup).

Se il router è dotato di pulsante WPS basta avvicinare l’extender e premere i due pulsanti per fare l’abbinamento. Fatto ciò si può spostare il ripetitore dove meglio si crede.

Nel router bisogna trovare il pulsante WPS e premerlo per tre secondi. Quando la luce LED comincia a lampeggiare è il momento di premere il pulsante WPS sul ripetitore Wi-Fi e aspettare che la luce del router diventi fissa e poi si spenga.

A questo punto il ripetitore si connetterà automaticamente alla rete principale cambiando il nome. Solitamente la nuova rete ha il nome della rete conosciuta con l’aggiunta del suffisso EXT. Naturalmente la password per accedere è la stessa.

La seconda modalità di installazione si deve fare mediante l’interfaccia del ripetitore.

Impostazioni software manuali

Se il collegamento attraverso i pulsanti WPS del ripetitore e del router non funziona, c’è bisogno di operare a livello software. Per questa modalità bisogna entrare nel pannello di configurazione. Quest’ultima soluzione va usata anche qualora non vi sia il pulsante WPS nel router.

Per installare un ripetitore Wi-Fi in modo manuale basta dotarsi di un computer con connessione wireless o porta Ethernet. Quasi tutti i dispositivi in commercio creano una rete provvisoria non appena sono collegati alla corrente elettrica e accesi.

Generalmente il nome di questa rete è il nome stesso del modello di dispositivo.

Nel computer bisogna digitare nella barra degli indirizzi l’IP del ripetitore che è scritto sul dispositivo o nel manuale d’uso. Solitamente si tratta di un numero simile a 192.168.X.X.

Una volta trovato l’indirizzo Internet giusto del ripetitore Wi-Fi, basta digitarlo nella barra degli indirizzi e accedere alla schermata di accesso, esattamente come si fa con il proprio router di casa o dell’ufficio. La prima volta basta mettere le parole admin come utente e come password, non diversamente dai router che le compagnie telefoniche danno in dotazione ai clienti.

A volte le parole sono diverse e sono sempre e comunque scritte nel manuale di istruzioni.

Una volta nel pannello di configurazione bisogna cliccare sulla voce Setup, Procedura guidata o Impostazioni. Generalmente il Wizard, molto intuitivo e alla portata di tutti, abilita il ripetitore a cercare reti Wi-Fi nei dintorni.

Non appena ha trovato la nostra rete del router, bisogna inserire la password d’accesso e proseguire con la configurazione. Dopo aver fatto tutti i settaggi necessari, basta cliccare su Avanti e salvare le impostazioni scelte.


Ex tecnico hardware e software con studi di ingegneria informatica alle spalle, mi dedico da tempo alla scrittura on-line e sono in procinto di iscrivermi all’Ordine dei Giornalisti. Ho qualche anno di esperienza in diversi settori, ma l’informatica è quello che preferisco perché lo conosco sin dalla nascita dei PC negli anni ’80. Mi piace seguire l’evolversi di invenzioni e nuove tecnologie e tenermi aggiornato sull’uscita di nuovi prodotti sul mercato.

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Amplificatori di Segnale