Ripetitori di fascia media: quali scegliere? Prodotti e costo

Suggerimenti utili per scegliere i migliori ripetitori di fascia media. Come funzionano, come fare ad installarli e che caratteristiche tecniche devono avere. Prezzi medi e modalità di installazione.

 

I ripetitori Wi-Fi di fascia media sono facili da usare?

A seconda del modello, l’utilizzo del ripetitore Wi-Fi sarà più o meno semplice. Se non sei molto pratico delle nuove tecnologie, scegli un ripetitore Wi-Fi con funzione Wi-Fi Protected Setup (WPS).

Questi modelli ti permettono di connettere il dispositivo al tuo router semplicemente premendo a turno i pulsanti WPS dei due apparecchi. Ciò ti eviterà di dover cercare il nome di rete della tua rete Wi-Fi, la chiave di sicurezza per il tuo amplificatore Wi-Fi o le credenziali di connessione.

Inoltre alcuni modelli offrono un touchscreen per una facile configurazione del dispositivo.

Devi iniziare con un ripetitore standard compatibile con tutte le reti Internet sul mercato. Sapendo che la rete Internet gratuita non è la più efficiente a livello nazionale, possiamo rapidamente trovare la necessità di aggiungere un relè nella casa per amplificare il segnale del router in tutte le stanze.

Un’altra possibile soluzione adatta è passare attraverso prese PLC o un adattatore PLC. La tecnologia Wi-Fi Dual Band è diventata abbastanza diffusa sui dispositivi che supportano lo standard 802.11 ac.

Un router o ripetitore che utilizza la tecnologia Dual Band può trasmettere contemporaneamente su due bande: 5 GHz e 2,4 GHz. I dispositivi che supportano lo standard 5 GHz sono generalmente più veloci, inoltre reggono anche la portata inferiore a 2,4 GHz.

Alcuni ripetitori di fascia media Wi-Fi hanno la possibilità di combinare queste due bande per unire lunga distanza e velocità. In sintesi, un dispositivo Dual Band è in grado di gestire contemporaneamente due tipi di reti Wi-Fi.

Se il tuo router è Dual Band, è naturalmente meglio investire in un ripetitore Dual Band.

Come funzionano i ripetitori di fascia media

Il principio di funzionamento di un ripetitore o di un amplificatore Wi-Fi è abbastanza semplice. Ripete attorno a sé la copertura Wi-Fi del router. L’area coperta dalla connessione wireless viene quindi estesa.

Per ottimizzare la gamma del ripetitore, il suo posizionamento è importante. Non deve essere messo né troppo vicino né troppo lontano dal router Internet. Il funzionamento è lo stesso per tutti i modelli disponibili in commercio, ma la funzionalità varia da uno all’altro.

Ecco perché il prezzo di un ripetitore Wi-Fi cambia molto da poche decine a centinaia di euro.

La maggior parte dei modelli ha un sistema di help per aiutarti a posizionare correttamente il dispositivo. Il protocollo e gli standard Wi-Fi si sono evoluti nel tempo e sono cambiati frequenze, canali, bit rate. Oggi, tutti i ripetitori di fascia media supportano il Wi-Fi 802.11 n e il Wi-Fi 802.11 ac, che è più recente e più veloce.

I più avanzati offrono anche ac MU-MIMO, Multi-User-Multiple Input e Multiple Output, che migliora la gestione del Wi-Fi con più dispositivi contemporaneamente. Ricorda che questi standard sono retro compatibili: un ripetitore Wi-Fi ac funzionerà con un Wi-Fi n.

Per quanto riguarda le velocità, non ha senso installare un ripetitore ac Wi-Fi a 900 Mb / s se il router, anche Wi-Fi ac, eroga solo 450 Mb / s. Il ripetitore si bloccherà sulla velocità del router.

Velocità teorica e reale

Nota che i produttori in genere menzionano non solo flussi teorici ma anche cumulativi. Quando evocano velocità fino a 1200 Mb / s grazie al Wi-Fi ac, è in effetti la massima velocità simultanea in Wi-Fi n e in Wi-Fi ac, ovvero 867 Mb / s (arrotondato a 900 Mb / s) + 300 Mb / s.

I modelli entry-level possono gestire solo una singola banda di frequenze: Wi-Fi n sulla banda 2,4 GHz. La loro velocità è generalmente limitata a 300 Mb / s (450 Mb / teorica). Meglio se l’extender dispone di un pulsante WPS (Wi-Fi Protected Standard).

È un sistema di configurazione rapido e automatico che ti salva dall’installazione di software sul computer e da un settaggio manuale potenzialmente difficile. L’installazione è semplice e ben spiegata in tutti i modelli.

Una volta installato il ripetitore, una nuova rete appare nell’elenco delle reti Wi-Fi disponibili.

Per connettersi ad essa, la password è la stessa della rete Wi-Fi esistente nella maggior parte dei casi. Un ripetitore Wi-Fi è utile per ampliare la copertura della rete, ma ha due difetti: in primo luogo, monopolizza una presa elettrica. Anche quando le antenne sono integrate nella custodia, l’attrezzatura non è particolarmente bella.

Fortunatamente, ci sono modelli con una presa estraibile, che quindi rende libera la presa elettrica. Altri modelli più avanzati includono una presa che consente di controllare il dispositivo collegato ad essa da remoto.

Opzioni dei migliori ripetitori Wi-Fi di fascia media

La maggior parte dei ripetitori di fascia media include una o due porte Ethernet per collegare un computer o una stampante a Internet via cavo. Nota che la velocità di trasferimento varia in base al tipo.

Fast Ethernet (100 Mb / s) è più lento di Gigabit Ethernet (1000 Mb / s). Ci sono anche ripetitori che incorporano un jack audio da 3,5 mm in cui è possibile collegare gli altoparlanti per ascoltare la musica inviata dal tuo smartphone.

Esistono modelli di ripetitori di fascia media che amplificano il segnale Wi-Fi mentre illuminano la stanza.

Amplificatori di segnale e hotspot Wi-Fi sono spesso offerti nello stesso scompartimento dei negozi fisici e dei negozi web. Esiste tuttavia una differenza fondamentale tra questi due prodotti: l’amplificatore ripete un segnale Wi-Fi dal router, mentre il punto di accesso ne crea uno dal punto di ingresso Internet cablato della casa.

Il punto di accesso deve quindi essere collegato via cavo al router. Questa soluzione è spesso preferita nelle aziende, ma nulla ne preclude l’uso domestico. Permette di creare una rete Wi-Fi più efficiente di quella del router (ac invece di n, ad esempio), a cui decine di utenti possono connettersi contemporaneamente.

Per uso domestico però, questa soluzione è abbastanza costosa.

Il proprio operatore on-line consente di inoltrare la connessione Internet in tutta la casa. La rete passa attraverso l’installazione elettrica collegando una scatola PLC al router e un’altra alla presa a muro di ogni altra stanza in cui si desidera connettersi al Web.

Una porta Ethernet su ciascun kit PLC consente di collegare le apparecchiature. Alcuni modelli includono un chip Wi-Fi per collegare un tablet o uno smartphone.


Ex tecnico hardware e software con studi di ingegneria informatica alle spalle, mi dedico da tempo alla scrittura on-line e sono in procinto di iscrivermi all’Ordine dei Giornalisti. Ho qualche anno di esperienza in diversi settori, ma l’informatica è quello che preferisco perché lo conosco sin dalla nascita dei PC negli anni ’80. Mi piace seguire l’evolversi di invenzioni e nuove tecnologie e tenermi aggiornato sull’uscita di nuovi prodotti sul mercato.

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Amplificatori di Segnale