Ripetitori Wi-Fi economici: quali scegliere? Articoli e fasce di prezzo

Tra i ripetitori Wi-Fi economici vi sono parecchi modelli. Quale scegliere in base alle proprie esigenze e al budget disponibile? Tutte le fasce di prezzo con le relative funzionalità proposte dalle aziende.

 

Principio di funzionamento e velocità dei ripetitori Wi-Fi economici

Il principio di funzionamento di un ripetitore (o amplificatore) Wi-Fi è abbastanza semplice. Ripete attorno a sé la copertura Wi-Fi del router. L’area coperta dalla connessione wireless è quindi più estesa.

Per ottimizzare la potenza del ripetitore, il suo posizionamento è importante. Non deve essere messo né troppo vicino né troppo lontano dal router. L’operazione è la stessa per tutti i modelli disponibili in commercio, ma la funzionalità varia da uno all’altro.

Il protocollo e gli standard Wi-Fi si sono evoluti nel tempo (frequenze, canali, bit rate).

Oggi, tutti i ripetitori supportano Wi-Fi 802.11n e / o Wi-Fi 802.11ac, che è più recente e più veloce. I ripetitori Wi-Fi meno economici offrono anche ac MU-MIMO (Multi-User-Multiple Input e Multiple Output), che migliora la gestione del Wi-Fi con più dispositivi contemporaneamente.

Ricorda che questi standard sono retro-compatibili. Un ripetitore ac Wi-Fi funzionerà con un box Wi-Fi n. Per quanto riguarda le velocità, non ha senso installare un ripetitore ac Wi-Fi a 900 Mb / s se il tuo router, anche Wi-Fi ac, eroga solo 450 Mb / s. Il ripetitore si bloccherà sulla velocità più bassa.

Nota che i produttori in genere menzionano non solo flussi teorici ma anche cumulativi.

Quando indicano velocità fino a 1200 Mb / s grazie al Wi-Fi ac, è in effetti la massima velocità simultanea in Wi-Fi n e in Wi-Fi ac, ovvero 867 Mb / s (arrotondato a 900 Mb / s) + 300 Mb / s.

I ripetitori Wi-Fi economici possono gestire solo una singola banda di frequenze (Wi-Fi n sulla banda 2,4 GHz). La loro velocità è generalmente limitata a 300 Mb / s (450 Mb / teorica).

Le porte dei ripetitori Wi-Fi economici

Un fattore importante da considerare prima dell’acquisto sono le porte sul ripetitore Wi-Fi, soprattutto se si pensa che possa essere utilizzato anche come punto di accesso. I modelli più economici, che funzionano solo come ripetitori di segnale, sono senza porte LAN e USB, il che è compatibile con il loro uso di ripetitori puri.

Tuttavia, molti modelli, anche quelli entry-level, ora supportano la modalità punto di accesso, quindi è possibile trovare normalmente almeno una, massimo due porte di rete. I ripetitori economici cablati senza Wi-Fi integrato possono essere collegati alle porte di rete per consentire la connettività wireless.

Le porte di rete che si possono trovare sui ripetitori Wi-Fi sono più o meno veloci.

In generale, i modelli più economici hanno porte Fast Ethernet, con una velocità di trasferimento massima di 100 Mbps. I ripetitori Wi-Fi meno economici hanno quasi esclusivamente porte Gigabit Ethernet, con una velocità massima di 1 Gbps.

Sui modelli di fascia alta e più complessi, ci sono anche porte USB. Sono utili per l’uso in modalità bridge e quindi per il collegamento di dispositivi senza un connettore Ethernet.

Questo è il caso, ad esempio, di alcune stampanti e dischi rigidi esterni che si desidera condividere su una rete. Il tipo di porte USB può essere il vecchio USB 2.0 o il più moderno USB 3.0, la cui velocità di trasferimento dei dati è dieci volte superiore rispetto allo standard precedente.

Di cosa sono fatti i ripetitori Wi-Fi economici e come si connettono?

Per i ripetitori Wi-Fi economici, i materiali di produzione non sono particolari. Oltre all’elettronica interna, la custodia esterna è sempre in plastica e le antenne sono realizzate con lo stesso materiale.

Ciò che ovviamente cambiano sono il design e le dimensioni, che possono essere essenzialmente di due tipi. Il più semplice, il più compatto e il più economico, può essere collegato direttamente a una presa di corrente, mentre i modelli più complessi sembrano un router o un modem Wi-Fi.

Questi ultimi sono quindi più ingombranti e devono essere installati su uno scaffale o in una custodia da parete.

Ci sono tanti marchi specializzati nella realizzazione di ripetitori Wi-Fi economici e sono tutti facili da usare. Altri marchi tendono a concentrarsi su prodotti di intrattenimento più specializzati, progettati per gestire l’elevato traffico di dati generato dallo streaming audio / video e dai giochi online.

Quelli per ambienti esterni sono di materiali più robusti, impermeabili e resistenti alle intemperie. Per un collegamento semplice, assicurati che l’extender disponga di un pulsante WPS (Wi-Fi Protected Standard).

È un sistema di configurazione rapido e automatico, che salva l’utente dall’installazione di software sul computer e da un settaggio manuale potenzialmente difficile. Si può dire che tutti i ripetitori Wi-Fi economici dispongano di pulsante WPS, che deve essere presente anche sul router.

L’installazione è elementare, basta avvicinare i due dispositivi e premere il pulsante WPS per qualche secondo sul router.

Mentre questo lampeggia premerlo anche sul ripetitore. La luce del router dovrebbe lampeggiare più velocemente e poi spegnersi, segnale che l’accoppiamento è stato fatto. A questo punto non resta che piazzare il ripetitore dove si preferisce.

Fasce di prezzo

La regola generale è che più aumentano la complessità e la raffinatezza del prodotto, più aumenta il prezzo. Il costo dei ripetitori Wi-Fi economici può variare da 20 a oltre 200 euro, con una gamma di modelli molto diversi.

Quelli meno cari sono generalmente ripetitori Wi-Fi puri, vale a dire senza funzionalità aggiuntive, da installare direttamente nella presa di corrente. I dispositivi più costosi sono piuttosto ingombranti, con funzionalità bridge e access point.

Di solito hanno tre o quattro antenne esterne e offrono più controlli di gestione del traffico.

Possiamo riassumere le fasce di prezzo e le caratteristiche correlate degli attuali ripetitori Wi-Fi come segue. Livello base: 20-30 euro, velocità totale 300 Mbps o meno, banda singola, solo ripetitore, due antenne interne.

Livello medio: 30-80 euro, velocità complessiva 750-1200 Mbps, Dual Band, Access Point, due o tre antenne esterne. Fascia di prezzo alta: oltre 100 euro, velocità totale 1900-2200 Mbps, Dual Band, Access Point e / o bridge, tre o quattro antenne esterne.

Non sempre è vero che più si spende e più è facile ottenere un articolo di qualità.

La scelta migliore per quel che riguarda i ripetitori Wi-Fi economici oppure di fascia media o alta, dipende esclusivamente dalle esigenze personali.

Un acquisto deve essere mirato all’utilizzo per il quale è destinato, senza badare troppo al risparmio ma neanche spendere troppi soldi inutilmente.


Ex tecnico hardware e software con studi di ingegneria informatica alle spalle, mi dedico da tempo alla scrittura on-line e sono in procinto di iscrivermi all’Ordine dei Giornalisti. Ho qualche anno di esperienza in diversi settori, ma l’informatica è quello che preferisco perché lo conosco sin dalla nascita dei PC negli anni ’80. Mi piace seguire l’evolversi di invenzioni e nuove tecnologie e tenermi aggiornato sull’uscita di nuovi prodotti sul mercato.

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Amplificatori di Segnale